Loredana Valenzano's BLOG

Something about me, my daily life, science, music, news, curiosities and so on...

Tuesday, September 09, 2008

IO IO IO IO IO

Ci siamo! Dopo mesi di "TU", Emanuele è finalmente giunto all'"IO", appena sfiorando la fase del "bimbo". In altre parole, dalla seconda persona Emanuele è giunto a parlare di se stesso in prima persona, appena sfiorando la fase della terza persona. Fantastico! Ora ha piena coscienza di sè. Sa di essere una persona a se stante; diversa dagli altri, dal resto del mondo e da me. L'evoluzione della coscienza del sè inzia quando il bambino prende gli oggetti da solo, senza l'intermediazione di altri e della mamma in particolare. All'inizio della sua vita crede di essere una parte della mamma, una sua estensione. E per la mamma è in un certo senso lo stesso. Ci si sorprende a pensare a come sia stato possibile avere dato vita a cotanta meraviglia. Non ti ricordi più come era la tua vita prima che arrivasse lui. E ti chiedi persino come hai fatto a vivere prima, quando lui non c'era. Ora ti manca il fiato al solo pensiero. Noi lo abbiamo sempre considerato una persona a se stante trattandolo con rispetto ma anche con severità; certo è che oggi, durante un rapido salto a casa durante la pausa pranzo, quando mi ha detto "io non ho sonno" l'emozione è stata tanta. Sia per avere sentito una frase intera, coniugata e pronunciata correttamente ma anche per l'uso così preciso e deciso del soggetto: io. E non "tu" come avrebbe potuto accadere la scorsa settimana. Ogni tanto il "tu" scappa ancora, ma ormai l'"io" si è installato nei processi mentali di Emanuele. E lì rimarrà, con decisione e magari alle volte anche con prepotenza.